Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Fiori di Bach: n°28 Scleranthus

Descrivendo il gesto del fiore se ne evidenzia il particolare movimento psicoespressivo, che sarà lo stesso della persona che vi corrisponde.

Descrivere il movimento psicoespressivo dei fiori vuole dire rintracciare le caratteristiche di come nasce, cresce, si riproduce.

Scleranthus nasce in terreni aridi e sabbiosi, in passato era considerato un infestante.

Scleranthus annuus

Scleranthus

Cresce disordinatamente, ripiegandosi su se stesso, senza un gambo principale, senza direzione, senza fini evidenti.

E’ minuscolo come fiore, fatto a a forma di calice, le radici sono più grandi della pianta visibile. Piccolo, senza petali, passa inosservato. La sua forma varia in base all’umidità, di colore verdino.

Il suo seme è piccolo, ogni fiore da un seme fertile per una nuova pianta. Quando la pianta muore, i semi, uno per ciascun fiore, cadono a terra e germoglieranno laddove è morta la pianta madre. Vive un anno, a volte due.

La persona Scleranthus è indecisa, cerca sempre il consiglio altrui, è altalentante tra indecisione e fermezza, contraddittoria. Non ascoltano l’intuito. Non capiscono ciò che è bene per se stessi. Vogliono risolvere i problemi radicandosi nel mondo materiale. Accumulando esperienze si sentono stabili.

Lezione per l'anima:
 Agire con scopo e determinazione nel mondo.

Vediamo un PARALLELO tra la PERSONA e il FIORE:

Ogni fiore ha un seme sempre fertile, la persona da molta importanza ad ogni esperienza fatta.

Scleranthus1

Scleranthus

Nel fiore è assente il gambo e questo determina una crescita disordinata, senza un orientamento preciso. In parallelo la persona vive nell’incertezza circa il preciso scopo da perseguire nella vita.

La pianta vive nelle vicinanze del terreno, la persona ha una visione limitata inteso come non saper prendere le distanze da ciò che si vive per prendere la giusta decisione, questo fa continuamente vivere nell’incertezza circa ciò che si fa.

E’ un fiore annuale o biennale, verde oppure celeste oppure giallo, così vediamo indecisione pure nella persona.

Il fiore non perde i petali, li conserva. La persona è costante, quando fa una cosa vi si attiene.

Nel suo stato negativo, per il quale prendere il fiore aiuta a riarmonizzarsi, si ha:

  • Indecisione fino alla paralisi nell’agire
  • Non riuscire ad ascoltare la voce dell’intuito e per ciò non capire cosa è giusto e cosa è sbagliato

Al positivo, equilibrio che si può raggiungere grazie al fiore:

  • Capacità di discernimento
  • Saper decidere rapidamente
  • Calma e determinazione nelle difficoltà
  • Contatto col proprio intuito
Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

2 commenti su “Fiori di Bach: n°28 Scleranthus

  1. rosadibiccari2014
    11 giugno 2014

    Il bambino Scleranthus è come l’adulto, soggetto ad estremi sbalzi d’umore, un attimo piange, subito dopo ride.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 giugno 2014 da in Stili di vita con tag , , , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.487 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: