Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Attribuzione causale o casuale..

Spesso assisto a scene poco rassicuranti in cui i bambini subiscono le ire spropositate della frustrazione degli adulti che si prendono cura (in quei casi poca) di loro.

I comportamenti dei bambini dipendono dagli adulti

I comportamenti dei bambini dipendono dagli adulti

Se è pur vero che quando siamo coinvolti in un evento molto stressante e ad alto impatto emotivo, restare lucidi è, se non quasi impossibile, comunque molto difficile; quando è coinvolto un bambino, un adulto che vuole definirsi tale, non può perdere la bussola.

Se l’adulto perde la bussola,  magari anche spesso, come troverà la strada buona per crescere quel piccolo?

A dir bene imparerà che sarà meglio per lui far a meno di quell’adulto. Tuttavia, i danni possono essere anche più profondi.

Una causa è sicuramente l’accumulo di stress cui la nostra famigerata società ci sottopone: il lavoro, il traffico, il poco tempo, il cattivo carattere dell’impiegato delle poste, il posteggio-auto-araba-fenice, la fila per fare benzina sono solo alcune delle variabili che fanno innalzare il nostro “arrabbiometro” a livelli di guardia.

I bambini spesso subiscono gli stress dei genitori

I bambini spesso subiscono gli stress dei genitori

In simili condizioni può diventare difficile considerare le situazioni dal giusto punto di vista. Quando siamo in grado di farlo è sempre chiaro che nella stragrande maggioranza dei casi siamo noi gli artefici della condizione che ha creato il comportamento inadeguato del bambino.

Procedere ad una giusta attribuzione causale, dare cioè la colpa alla causa giusta (per capirsi, anche se non mi piace parlare in termini di colpa) da modo di reagire poi nella maniera più adeguata e sana.

Spesso ci renderemo conto che abbiamo chiesto ai nostri bambini di sopportare troppo caldo, di stare in auto troppo a lungo, di resistere alla tentazione di qualcosa che non si può avere e che era evitabile e via discorrendo.

Tempo fa un bambino piccolo al parco a tirato dei sassolini ad un auto che passava vicino ai giardini, la benpensante madre si è avvicinata e lo ha picchiato.

Non voglio soffermarmi in questo post sull’abominevole azione del picchiare i bimbi.

Ma tu, mia cara mamma che avevi deciso che il tuo piccolo doveva cavarsela da solo nel farsi venire idee per giocare mentre tu chiacchieravi amabilmente con le amiche, non era bene che riflettessi su questo, anziché prendertela con lui in simile maniera?

Sono poco tollerante con la violenza. Sicuramente emerge. Al di la di questo, vorrei, con questo post, invitare a riflettere e a prendere in considerazione il proprio comportamento a monte dei comportamenti inadeguati dei propri bambini

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 giugno 2014 da in Puericultura con tag , , , , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: