Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Viaggiare, imparare…

Viaggiare assume forme e significati diversi a seconda dei soggetti coinvolti, delle mete scelte, delle motivazioni. Viaggia il giovane che vuole scoprire il mondo, la famiglia che vuole allontanarsi un poco dalla città, il professionista che vuole staccare la spina, l’intellettuale che pianifica mete culturali. Viaggiare ha tante sfaccetture.

viaggiare, imparare..

viaggiare, imparare..

Esiste, però, un aspetto che accomuna ogni viaggio.

“..che viaggiare non è solamente partire e tornare, ma imparare le lingue degli altri, imparare a parlare..”

Questo brano di Fiorella Mannoia esprime benissimo il concetto comune del viaggiare. Viaggiare inteso come imparare.

viaggiare, imparare

viaggiare, imparare

Imparare cosa? Possiamo visitare luoghi storici, artistici, o comunque conoscere persone nuove, con una lingua, una vita, o anche solo delle abitudini diverse dalle nostre.  Se è vero che siamo al mondo per ascoltare e raccontare storie, allora nel viaggio viviamo davvero un arricchimento. Perchè abbiamo l’occasione di ascoltare storie diverse dalle nostre, storie nuove.

Ogni viaggio allora è una storia. Una storia che viviamo in prima persona, che ci arricchisce dentro perchè ci mette in contatto con luoghi e persone nuove e con le loro storie, che poi potremo raccontare.

 Questo post partecipa al blogstorming

blog partecipa blog storming

 

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

4 commenti su “Viaggiare, imparare…

  1. garoffoloandrea
    11 giugno 2014

    Sono capitato per caso nel tuo blog e questo è un commento interessante! Ho visto che hai citato una canzona della Mannoia e io ne approfitto allora per citare “Il Viaggiatore” dei Mercanti di Liquore:

    “Il viaggiatore viaggia solo
    e non lo fa per tornare contento
    lui viaggia perchè di mestiere ha scelto il mestiere di vento.”

    Nella canzone il viaggio è una necessità, come respirare e nutrirsi. Molto semplicemente. E sì, come hai detto tu qualcosa si impara viaggiando, si impara la cosa più importante per un viaggiatore: la direzione da seguire. Per viaggiare ancora.

    Mi piace

  2. wwayne
    12 giugno 2014

    Rieccomi! Se ti piace viaggiare, allora ti raccomando ad occhi chiusi il film recensito in questo mio post: http://wwayne.wordpress.com/2014/06/09/tre-film-in-uno/.

    Mi piace

  3. Pingback: La mia Festa della Liberazione? Via i rami secchi… – lamammadigu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 giugno 2014 da in Stili di vita con tag , , , , , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: