Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Pillole di movimento psicoespressivo: la scrittura

Poichè movimento psicoespressivo è da intendersi ogni atto umano, interiore o esteririore che sia, vale che in ogni azione umana in ogni vissuto emotivo, sia possibile rintracciare un indizio del movimento psicoespressivo dell’autore, la sua personalità.

scrittura

scrittura

La difficoltà con le azioni umane, a meno di non riprenderle per poi osservarle più volte, togliendo forse in parte naturalezza ad esse, o di analizzare le reazioni delle persone attraverso le risposte che possono dare a specifici questionari, sta nel fatto che sono fugaci. Vedo un comportamento, ma poi conclusasi l’azione posso solo ricordarlo e magari travisarlo, ricordalo male, non del tutto, non in maniera adeguatamente dettaglita.

scrivere

scrivere

Un agire che si presta particolarmente ad essere studiato a posteriori poichè lascia una traccia analizzabile è la scrittura.

Con la grafia non abbiamo i problemi della fugacità, del dimenticare, o del fatto che sia il soggetto stesso a fornire risposte su di sé.

Scrivere è un’azione che apprendiamo relativamente presto e, sorpassate le inziali fasi di apprendimento in cui riproduciamo più o meno maldestramente un modello, col tempo diventa un automatismo, guidato, nelle forme e nei movimenti, dalle caratteristiche neurofisiologiche dello scrivente, dal suo modo di essere, dal suo movimento psicoespressivo.

scrivere diventa un automatismo

scrivere diventa un automatismo

Menti veloci, rapide, impazienti avranno scritture altrettanto veloci, rapide, impazienti.

Persone, calme e pacate sarà così che scriveranno, lasciando sul foglio grafie calme, del tutto diverse dalle precedenti.

Ci sarà chi accondiscendendo all’ambiente scivolerà in una grafia troppo curvilinea, chi delimitando anche troppo i propri confini mostrerà tutte le spigolosità caratteriali in altrettanti angoli nella scrittura.

Come scriviamo, come tutto ciò che facciamo, parla di noi, del nostro originale movimento psicoespressivo, essendo ogni azione un nostro originale movimento psicoespressivo. La scrittura si presta particolarmente poichè lascia una traccia che può essere studiata.

Leggi le altre pillole di movimento psicoepsressivo

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

2 commenti su “Pillole di movimento psicoespressivo: la scrittura

  1. Guido Angeloni
    10 luglio 2014

    Solo pochi anni fa mi sarei detto d’accordo con voi, pur utilizzando un altro linguaggio. Sono un grafologo che ha un punto di vista singolare, lo debbo doverosamente premettere. Dire “psico-espressivo” è molto riduttivo. E’ molto, molto di più. Intanto non è un movimento: la grafia è immobile, in quanto a muoversi è la mano scrivente. Certo si può anche studiare questa mano, osservandola dal vivo, con apposita attrezzatura, ma allora non sarebbe più grafologia. La grafologia studia una forma immobile, che trasmette – per chi sa vedere – un moto ed una fisionomia. Dunque, forma (geometria), moto e fisionomia sono tre costitutivi universali di ogni fenomeno vivo (non ho modo di argomentare tale punto, nel breve spazio di un post). Ogni fenomeno vivo ha una forma simbolizzata. Ed è simbolizzata anche perché trasmette un moto ed una fisionomia. In altre parole, al centro – da un punto di vista grafologico – non c’è il moto (è studiato dal coreografo e dal neurologo, per fare soli due esempi), ma la forma. Poi ci sarebbe anche il discorso relativo a tante grafie attuali: sono lentissime e disegnate. La prova, semmai ce ne fosse bisogno, che al centro non c’è il moto e che il psico-espressivo è molto riduttivo. Le ragioni della grafologia – che studia la scrittura – nascono con il pittogramma…. In altre parole, nella nostra scrittura si debbono rinvenire le ragioni di Abramo, di Mosè, dell’intero Vecchio testamento, del Nuovo testamento. Della Contro Riforma e di molto altro ancora… Ringrazio per l’ospitalità.

    Mi piace

    • movimentopsicoespressivo
      10 luglio 2014

      Movimento psicoespressivo è per me ogni atto umano che si caratterizza in base alle peculiarità di chi lo compie, perciò ogni azione è descrittiva del suo autore. La scrittura ha dalla sua che la grafia è un’impronta che resta e può essere analizzata dalla grafologia ^_^ per questo amo la scrittura in particolar modo

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.482 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: