Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Camminando il proprio movimento psico-espressivo

Camminare è uno tra i primi schemi motori che si eseguono da piccini, una volta acquisita la capacità di stare ritti in piedi sulle gambe, è una tra le più naturali espressioni del comportamento umano.

Camminare un movimento-psicoespressivo

Camminare un movimento-psicoespressivo

Come ogni altro comportamento umano anche il camminare ha determinate  caratteristiche specifiche a seconda della persona, del suo temperamento, delle emozioni che prova al momento, del suo stato psico-fisico.

La minore o maggiore sicurezza si riflette nell’incedere, come anche l’umore e l’eventuale presenza di eccessiva stanchezza.

Ci sono persone che hanno un incedere fiero e spavaldo. Tali caratteristiche, che noteremo nei loro passi sicuri, appartengono a soggetti decisi che non temono di farsi notare, anzi.

Il modo di camminare rivela caratteristiche della personalità

Il modo di camminare rivela caratteristiche della personalità

Ancor più attenti a piacere e forse per questo, infondo meno sicuri, coloro che hanno una camminata flessuosa, ancheggiante.

Diversamente “mobili” i dinoccolati a testa bassa, che si guardano spesso i piedi, magari arrossiscono quando chiamati in causa. Ciò che li fa “ondeggiare” non è il desiderio di piacere e compiacere, ma l’insicurezza.

Ci sono poi quei tipi che emanano un che di trasandato, buttando in là i piedi quasi inciampando su se stessi, tipi forse intuitivi, anche fantasiosi, ma confusi, coi pensieri disordinati, che finiscono per non combinare un granché.

Le camminate armoniose, mai rigide, sicure quanto basta, appartengono a persone mature, consapevoli, che possiedono una certa calma e armonia interiore.

Oltre alle caratteristiche dei tratti della personalità, anche l’umore influisce sul modo di camminare. Va considerato che laddove le caratteristiche proprie di certi stati emozionali cristallizzano fino a diventare un tratto di personalità anche un certo modo di camminare diventa stabile nel tempo.

Le emozioni influiscono sul modo di camminare

Le emozioni influiscono sul modo di camminare

La tristezza fa chinare la testa, rallentare il passo, incurvare la schiena. La persona avanza a fatica.

La rabbia fa pestare i piedi, da velocità, si avrà una camminata “marziale”.

La gioia dona appagamento e leggerezza, regala una camminata armoniosa, celere, ma certo non bellicosa.

La paura fa tentennare, inciampare sui propi passi, schivare qualunque cosa.

Ecco qua che anche il camminare è un movimento psico-espressivo come ogni altra azione umana, caratterizzandosi in base alle qualità di chi lo compie.

Ponendo attenzione al modo di camminare possiamo capire le persone

Ponendo attenzione al modo di camminare possiamo capire le persone

Altre pillole di movimento psico-espressivo.

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 agosto 2014 da in Stili di vita con tag , , , , , , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Giornata mondiale del bambino
    Oggi è la giornata mondiale del bambino, o meglio dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite... L'articolo Giornata mondiale del bambino proviene da Tiziana Capocaccia.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.528 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: