Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Gioco di gruppo: lancia le spugne.

Qualche tempo fa ho partecipato ad una festa per bambini dove era presente un animatore.

Era davvero bravo nello stare con i piccoli ed ha suggerito loro giochi divertenti coinvolgendoli molto.

Uno di questi giochi è stato “Lancia la spugna” un gioco a squadre.

Dividere in piccoli in due squadre permette di giocare anche con un certo numero di bambini coinvolgendoli molto.

Si parte con la suddivisione in squadre. Questo momento ha la sua grande importanza, quasi a diventare di per se un gioco. Si può tirare a sorte, magari pescando da un sacchetto palline, bastoncini o foglietti colorati, tutti quelli con lo  stesso colore andranno nella stessa squadra. Si possono eleggere due “capitani”, uno per ciascuna squadra, i quali sceglieranno a turno i propri compagni.

Una volta formate le squadre o immediatamente prima, ma se si vuole riservare una certa enfasi a questo momento meglio farlo dopo, si battezzano le squadre. L’adulto può attribuire lui arbitrariamente i nomi, più buffi e simpatici sono meglio è, oppure lasciarli scegliere attraverso una pesca anche in questo caso. Potrebbe, ad esempio, aver messo dei foglietti con dei nomi buffi in una scatola e far estrarre i due capitani. Per rendere ancora più divertente la cosa, potrebbe far estrarre ad ogni capitano il nome della squadra avversaria. Un modo molto carino e giocoso è fare due scatole mettendo in una dei nomi tipo: cavalieri, principi, re, guerrieri etc. e nell’altra aggiunte di specificazione che risultino buffe tipo: dei peperoni bruciacchiati, delle cipolle lesse, delle pere cotte e così via. Attraverso due pesche le squadre andranno a formare il loro buffissimo nome di battaglia ^_^

le spugne possono avere forme, colori e dimensioni differenti

le spugne possono avere forme, colori e dimensioni differenti

Espletata l’assegnazione del nome si parte con la spiegazione delle regole del gioco vero e proprio del Lancio della spugna.

Si pone una suddivisione del campo. Ogni squadra si sistema in ordine sparso nel proprio campo. A questo punto l’animatore rovescia un secchio di spugnette di varie forme, colori e dimensioni a “centro campo” e tutti dovranno prendere le spugne e lanciarle nella metà campo degli avversari. Di tanto in tanto l’animatore fischia segnando la fine di una parte del gioco e procedendo ad assegnare il punto a chi avrà lanciato più spugne nella metà campo della squadra avversaria, al fischio inoltre tutti dovranno mollare le spugnette e sedersi a terra con le mani sul capo. Si andrà avanti per un po’ di volte finchè non viene assegnato il punteggio finale. E’ sempre una buona idea fermarsi nel momento del pareggio ovviamente ^_^

Si può giocare con bambini di età diverse, ma difficilmente sotto i tre anni, per il bisogno di comprendere le regole, meglio se sono presenti anche bambini più grandicelli che i più piccoli potranno imitare.

 

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 ottobre 2014 da in Puericultura con tag , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.487 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: