Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Il benessere psicologico dei bambini

Qual’è il benessere psicologico?

Ha a che fare con lo stare bene, nella mente, ma anche nel corpo, essendo mente e corpo due entità indissolubilmente legate.

Cos’è che fa stare bene un bambino? Che gli dona benessere? Saziare i suoi bisogni fondamentali anzitutto e poi quelli secondari ed eventuali, proprio come capita per noi grandi.

Quanto più sono piccoli i nostri cuccioli, tanto più saremmo noi a dover provvedere a soddisfare i loro bisogni.

Essere nutriti, scaldati, puliti, aiutati a riposare, a giocare sono solo alcuni esempi delle loro necessità.

Ogni volta che un bambino ha bisogno dell’aiuto di chi si occupa di lui per soddisfare un suo bisogno ha diritto, nei bisogno fondamentali ad essere soddisfatto e accudito e in quelli secondari ha diritto in ogni caso a ricevere ascolto, considerazione ed eventualmente conforto qualora non fosse possibile realizzare un suo desiderio.

Credo fermamente come psicologa e come mamma che ascolto, considerazione e conforto facciano parte dei bisogni fondamentali di un bambino, come del resto anche di un adulto.

Non è vizio se un bambino vuole il calore della sua mamma vicino per addormentarsi, forse ha solo paura, giustamente essendo un cucciolo, avere la mamma e il papà vicini lo rasserenano e gli permettono un sonno sereno.

Non è vizio se un bambini piccino vuole stare in braccio, tra le braccia ritrova il calore, il battito del cuore che lo hanno cullato nove mesi nella pancia. Da questo punto di vista il BabyWearing aiuta tanto.

Non è un vizio se lo consoliamo quando un bambino grida perchè vorrebbe un gioco e per tanti motivi non lo possiamo accontentare, del resto son bombardati dalle pubblicità che ne incitano i desideri materiali. Giusto che capisca che non sempre può avere un oggetto che desidera, giusto ancora di più che capisca però che la mamma e il papà sono sempre presenti con l’ascolto, la considerazione e il conforto delle emozioni. Anche se grida perchè è arrabbiato, aiutiamolo a calmarlo, regaliamogli la nostra presenza con calore e dolcezza, con un abbraccio che gli permetta di rasserenarsi. Quando nella vita qualcosa non va come vorremmo preferiremmo che chi ci ama ci ascoltasse o consolasse o che ci trattasse con freddezza etichettandoci come viziati?

Non è vizio la richiesta di ascolto, considerazone e conforto. Quando questi sono appagati, una bella fetta di benessere psicologico è presente di sicuro.

Questo post partecipa al blogstorming

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Un commento su “Il benessere psicologico dei bambini

  1. Pingback: La mia Festa della Liberazione? Via i rami secchi… – lamammadigu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 ottobre 2014 da in Puericultura con tag , , , , , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: