Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Budino, consapevolezza e benessere

Mentre giro latte a cacao, che dovrebbero addensarsi in budino, mi domando perchè ho scelto di mettere sul fornello qualcosa che avrei dovuto girare costantemente.

Non scegliamo di fare cose a caso, mai.

Quel che abbiamo bisogno di fare, che ci ritroviamo a fare senza troppa consapevolezza, o il modo in cui scegliamo di svolgere un compito assegnatoci, tutto ciò racconta qualcosa di noi in quel momento, è un’istantanea dinamica del nostro modo di essere, di come ci sentiamo, di come siamo.

Beh, così ho riflettutto sul mio lento girare costaste il latte e cacao sul fuoco.

Bisogno di azione costante ma lenta, caldo tepore, dolce e riposo. Star ferma in una preparazione raccolta.

L’ho trovata un’azione in perfetta sintonia col movimento psicoespressivo invernale.

La stagione della terra dormiente. Apparentemente tutto così immobile, eppure tutto è in lenta e costante preparazione.

Mi sento anche io così. In una apparente inattività, col bisogno di stare un po’ ferma per vederci più chiaro, come quando hai i piedi in acqua e solo restando fermi per un po’ potremo lasciar depositare la sabbia sul fondo e vedere per bene tutto (cit.). Un restare ferma apparente, una grande fucina di idee e pianificazioni che lentamente prendono forma.

Al di là del mio personale momento in questo 2015 iniziato da poco, resta che le azioni che scegliamo (più o meno consapevolemente) di compiere parlano di noi.

Provando a porre attenzione a ciò che facciamo, a come lo facciamo, possiamo capire qualcosa in più su noi stessi.

Possiamo provare a prendere in considerazione un comportamento, una singola azione e descriverla, elencandone caratteristiche o valore simbolico, ciò che rappresenta in senso generale o per noi in particolare in base alla nostra storia e le nostre esperienze.

Girare il budino per me è lentezza e preparazione, per qualcuno potrebbe essere il simbolo della festa domenicale, perchè magari sin da piccolo vedeva sua mamma o sua nonna prepararlo di domenica per mangiarlo tutti insieme.

Ogni azione ha delle peculiarità e significa qualcosa, ciò che scegliamo di fare non è casuale e parla di noi, dice qualcosa di noi in quel momento. Maggiore consapevolezza assumiamo, più accresciamo il nostro livello di benessere.

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 gennaio 2015 da in Stili di vita con tag , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.482 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: