Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

La cacciatrice che non sapeva cosa cacciava

A volte le storie non trovano, temporaneamente, una soluzione. Scrivere le proprie storie aiuta comunque nella comprensione di sé

—————————————————————————-

C’era una volta una cacciatrice.

Era bella, o almeno si sentiva tale. Ecco diciamo che spesso si sentiva tale. A volte invece si sentiva solo in grado di nascondersi.

Una cacciatrice che si nasconde spesso.

A volte pensava che questa sua caratteristica fosse in contrasto col suo essere cacciatrice.

Del resto ormai non si ricordava nemmeno più perchè aveva deciso di diventare una cacciatrice.

Allora era difficile ogni giorno cercare di fare qualcosa perchè voleva nascondersi e pensava che questo non andava bene per poter cacciare come si deve e nello stesso tempo non capiva perchè accanirsi anima e corpo a cacciare se non si ricordava più perchè era una cacciatrice.

Una notta sognò, o forse non era un sogno, una donna speciale. A forma di fata o di angelo o di strega.

Questa donna le rivelò una verità così forte e chiara che la cacciatrice si sentì una sciocca a non averci pensato prima da sola.

Le disse che andava bene essere una cacciatrice o forse non andava bene. La questione più importante però era cosa cacciare.

La cacciatrice si sentì all’improvviso sprovvista di una riposta. Si era così tanto impegnata sull’evitare di soddisfare il suo impulso a nascondersi perchè lo riteneva nocivo per il suo essere cacciatrice che aveva fatto due errori.

Per prima cosa dove sta scritto che nascondersi non va bene per una cacciatrice? Spesso gli animali che cacciano fanno agguati alle loro prede, per farlo si nascondono!

Per seconda cosa questa fissazione le aveva impedito di capire cosa voleva cacciare. Questa cosa fondamentale.

Cacciare? Ok, sei una cacciatrice. Ora hai anche capito che nascondersi può agevolarti anzichè crearti impedimento. Ma che cacciatrice sei?  Di cosa vai a caccia?

A questo punto la storia per ora si interrompe.

La cacciatrice si ritira nella tana a riflettere. Si nasconde, ma stavolta sa che è un bene farlo. Ha bisogno di capire qual’è l’oggetto del suo cacciare.

Dopo un po’ riesce a capire che la verità è sotto i suoi occhi.

Ha sempre cacciato idee, storie, saperi. Ha sempre voluto imparare qualcosa di nuovo. E’ sempre andata a caccia di nuove informazioni.

Una cacciatrice di informazioni, idee, storie.

La cacciatrice sente che questa consapevolezza è importante.

Tuttavia, sente di aver preso tardi coscienza di questo. Sente che per lei oramai è tardi. Sente di aver perso tempo, di non aver capitalizzato adeguatamente sulla sua capacità. Le sembra di aver perso un’enormità di tempo. Pensa che la sua voglia di conoscere, la sua capacità di andare a scoprire sempre qualcosa di nuovo, di appassionarsi siano cose inutili.

Tutti questi pensieri le tolgono energia. L’energia del fare si affievolisce. Una cacciatrice senza energia. Una cacciatrice che pensa quanto siano inutili la curiosità e la voglia di conoscere e sapere fallisce prima di iniziare.

Cosa manca a questa cacciatrice?
Cosa può fare per capirlo?
Potrebbe mettere le sue capacità al servizio di un fare più utile e mantenere gli interessi intellettuali tra le sue passioni.

Potrebbe prendersi il tempo di ricalibrare la sua attività, per unire competenza e motivazione.

Quello che sa è che è una cacciatrice che si nasconde, è una che sa cogliere, prendere, ma di nascosto, sa pure quanto ama conoscere cose nuove. Da questo è necessario partire. A questo sente il profondo bisogno di trovare una soluzione.

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Un commento su “La cacciatrice che non sapeva cosa cacciava

  1. Pingback: Che strada ha preso la cacciatrice? | movimento psicoespressivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 marzo 2015 da in Fare per essere con tag , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.482 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: