Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Oggi mi sento..

Quando si parla di emozioni alcuni si sentono molto a loro agio, ne riconoscono l’importanza e sanno usare parole adatte per comunicare ciò che provano.

Altre persone invece si sentono in imbarazzo, non sono state abituate a parlare delle loro emozioni e hanno difficoltà a trovare le giuste parole per dar voce alle emozioni che provano.

E’ importante, sin da piccoli, abituare i bambini a riconoscere le emozioni e a saperle esprimere. Aiuta ad avere consapevolezza di sé, a non trattenere dentro ciò che si prova e di più aiuta a capire ciò che provano anche gli altri e a dare importanza alle emozioni altrui.

Il processo di alfabetizzazione emotiva è molto importante e spesso trascurato.

Si possono utilizzare con i più piccini alcune attività che aiutano a parlare delle proprie emozioni e a riconoscere quelle degli altri.

Il gioco che vi propongo oggi si intitola “Oggi mi sento…

Il materiale necessario è facilmente reperibile: serviranno le immagini di personaggi la cui sfera emotiva sia fortemente caratterizzata. Nei fumetti, nei cartoni animati, nelle fiabe è abbastanza semplice trovarli, poichè è una proprio una caratteristica dei personaggi delle storie essere in genere monodimensionali, ossia avere sempre lo stesso umore, la medesima connotazione emotiva.

Una volta scelte le nostre carte del gioco oggi mi sento, che saranno le immagini dei personaggi, il gioco è molto semplice e si svolge in tre fasi:

  • (questa fase è utile la prima volta che si presentano le carte ai bambini, se si tratta di bambini molto piccoli si può riprendere anche le volte successive per ricordare loro il significato delle carte) L’adulto presenta le varie immagini spiegando chi sono i personaggi e qual’è l’emozione che provano: potremo avere un’incredibile Hulk che esprime la sua enorme rabbia, un paperino un po’ triste, un superman fiero e forte, un’immagine di heidi allegra tra le montagne e così via…
  • Una volta presentate tutte le carte e le emozioni che esprimono, faremo il gioco della scelta, spiegando che per dire come stiamo possiamo dire “Oggi mi sento….” e dire il nome del personaggio delal carta che scegliamo. Ad es. Oggi mi sento Hulk! Vuol dire che sono davvero molto arrabbiata!
  • La parte successica, anche la più importante, è l’indagine della motivazione alla base dell’emozione espressa: perchè oggi ti senti come….

Il gioco si può fare ogni volta che si vuole, può diventare l’attività che apre o chiude la giornata delle attività di un gruppo ad esempio.

Cosa fa la differenza rispetto alla scelta dell’immagine di una semplice un’espressione emotiva?

Il fatto di scegliere il personaggio di una storia, ci fa calare nei suoi panni per un attimo, è come se ci mascherassimo un po’ da lui, ci protegge nell’espressione della nostra emozione così come ci proteggono le metafore delle storie. Aiuta, attraverso una piccola “distanza di sicurezza” psicologica a sentirsi più liberi di esprimersi.

Inoltre, indossare i panni di un personaggio, anche solo nello scegliere una carta, è sempre molto divertente!

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.482 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: