Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Il triangolo lo avevi considerato?

Ho letto alcuni giorni fa un testo sulla visualizzazione creativa di S. Gawain, traendone alcuni spunti interessanti.

Uno degli aspetti che hanno colpito maggiormente la mia attenzione è stato un capitolo che mette in correlazione i tre aspetti fondamentali dell’esistenza delle persone: essere, fare e avere.

Li pone in relazione triangolare. Un triangolo equilatero in cui i vertici presi a due a due sostengono il terzo. In una condizione del genere nessuno dei tre elementi può esistere serenamente se gli altri due non lo supportano adeguatamente.

E’ necessario un buon equilibrio affinché il triangolo sia perfetto. La visione di un perfetto triangolo equilatero ben suscita l’idea di armonia che sta dietro questa triade: essere, fare e avere.

Essere: l’esistere ma non solo, l’esistere secondo il proprio modo di essere, cioè scoprendo e assecondando il proprio movimento psicoespressivo, per vivere in armonia con se stessi e di conseguenza con il tutto che ci circonda.

Fare: è attraverso il fare che si manifesta il nostro essere. Ogni comportamento umano che si caratterizza per le qualità di chi lo compie è movimento psicoespressivo, ossia il nostro essere. Ciò che facciamo, sia ciò che scegliamo di fare, sia come compiamo un’azione, i nostri comportamenti, ogni singola azione ci rappresenta. Quel che facciamo ci dice chi siamo e ci consente di raggiungere determinate mete, di entrare in contatto con delle persone, di ottenere determinate cose.

Avere: avere è ciò che otteniamo dall’universo. Tutto quello che abbiamo, cose, oggetti, denaro, ma anche realizzazioni personali che comportano il raggiungimento di una determinata situazione, persone che entrano a far parte della nostra vita, quindi anche in termini di relazioni.

Ora, quel che mi ha in particolar modo colpito è stata la profonda verità esposta nel testo sopra citato. Moltissimi di noi vivono per avere tutta una serie di cose che gli permettano di fare tutta una serie di cose che gli permettano di essere in un certo modo.

Questa via: avere –> fare –> essere è esattamente opposta a quella che ci permette di vivere in serena armonia con noi stessi e con il mondo.

Innanzitutto è necessario essere se stessi per fare ciò che ci riguarda per ottenere quello che ci spetta.

La via giusta è prima di tutto essere per fare per avere.

Allora, non posso non riflettere sul fatto che il primo passo è capire bene il proprio essere, comprendere a pieno il proprio movimento psicoespressivo per vivere in uno stato di completo benessere!

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 maggio 2015 da in Stili di vita con tag , , , , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Giornata mondiale del bambino
    Oggi è la giornata mondiale del bambino, o meglio dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite... L'articolo Giornata mondiale del bambino proviene da Tiziana Capocaccia.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.528 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: