Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Vuoi divertirti con lo Z.I.A.?

Prima di tutto diciamo che non ho fatto un errore di concordanza articolo – nome, non vi sto invitando a divertirvi con vostra zia, per quanto forse anche vostra zia potrebbe divertirsi con lo z.i.a..

Z.I.A. è un acronimo in lingua inglese che sta per Zentangle Inspired Art.

Quindi passetto indietro: che cos’è lo zentangle?

Con questo termine, o meglio marchio registrato, è denominata una tipologia specifica di disegno con certe piccole e semplici regole: un piccolo disegno quadrato o un tondo di misure specifiche, realizzato su un cartoncino di un certo tipo utilizzando inchiostro nero. Si tratta di una metodologia per la meditazione.

Il disegno è libero ma pensato, nel senso che si riproducono con fantasia e libertà dei “pattern” di base.

Si tratta di disegni simil scarabocchi. Quei piccoli e ripetitivi gesti grafici che molti di noi sono soliti realizzare durante una conversazione telefonica o anche durante le lezioni, insomma durante un momento di ascolto concentrato.

Siamo concentrati e la mano col suo “ripetere” segni concilia l’ascolto.

L’idea è venuta a due persone: Robert e Maria Thomas, lui ha trascorso molti anni in tibet, lei è una calligrafa e dall’unione delle loro competenze è nato lo zentangle.

Incuriosita da questo modo di trascorrere le calde ore di queste intense giornate di luglio, ho navigato per capire cosa avesse fatto sbocciare l’idea.

La mia curiosità è stata soddisfatta da Tina Festa che nell’intervista racconta di come la Thomas fosse estremamente assorta nel suo lavoro di calligrafa da non sentire nulla di ciò che le accadeva attorno. Da questa consapevolezza è nata l’idea della metodologia zentangle con cui raggiungere uno stato di concentrazione e meditazione attraverso un’attività grafica.

Questo racconto e la tipologia di attività mi hanno fatto pensare ad una caratteristica della scrittura e al suo correlato significato psichico.

Una scrittura fluida, che scorre sul foglio con fluidità appunto, senza inceppamenti è la rappresentazione grafica di una mente che scorre fluida su pensieri, ragionamenti e attività senza inceppamenti. Per questo motivo alcuni autori parlano di “flusso” che rappresenterebbe la capacità di svolgere un’attività senza dispendio di energie grazie alla capacità di concentrazione raggiunta e alla fluidità con cui la si riesce a portare avanti.

L’attività dello zentangle coinvoglia in se le caratteristiche della scrittura fluida portando la persona a produrre segni che si ripetono con fluidità, con concentrazione ma senza dispendio di energie e conducendo addirittura ad uno stato meditativo.

Personalmente non conosco a fondo tutte le regole dello zentangle però mi piace molto l’idea di “scarabocchiare” per rilassare la mente e nel mentre produrre anche qualcosa di bello che alla fine produca in me una bella sensazione di soddisfazione. Quella che si ha quando si crea.

Questa attività, del disegnare ispirandosi ai pattern-“scarabocchi” dello zentangle, senza però seguirne le regole, senza volerla utilizzare necessariamente l’attività per meditare, ma anche a scopo creativo-artistico è detta “zentangle inspired art” da cui l’acronimo z.i.a.

Ammetto che è la mia attuale “droga” del momento, perchè in queste afose giornate mi permette di rilassarmi, concentrare la mente senza necessariamente richiederle un lavorio eccessivo e soddisfare il desiderio creativo onnipresente della mia pancia ^_^

Buona zentangle inspired art a tutti!

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 luglio 2015 da in Fare per essere con tag , , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.475 follower

privacy policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: