Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Diario visivo: una arteterapia quotidiana

Le attività creative ci permettono di esprimerci, liberando le nostre emozioni, alleggerendo il nostro animo e aiutandoci a conoscerci meglio.

Essere creativi è un elemento della vita che ci dona vero benessere. Quando creiamo qualcosa adempiamo un senso profondo della vita.

Creare è un atto vitale per eccellenza.

 I prodotti artistici hanno un sacco di effetti benefici: ci permettono di stare meglio esprimendo le nostre emozioni, ci aiutano ad elaborare magari qualcosa che abbiamo vissuto o che sentiamo dentro, ci danno modo, nel tempo, osservando le nostre produzioni artistiche di capire meglio qualcosa di noi, di capire meglio come siamo fatti, di imparare a conoscere il proprio movimento psicoespressivo.

Un’attività artistica che può avere un ottimo impatto sul proprio livello di benessere è il diario visivo.

Si tratta di una mescolanza tra l’attività che tutti conosciamo di tenere un diario, che venga aggioranto più o meno quotidianamente, e di realizzare una produzione grafica per esprimere ciò che abbiamo vissuto.

Usare anche parole è facoltativo, l’aspetto utile è esprimere graficamente ciò che proviamo: una figura, uno schema astratto, un mandala, un disegno geometrico, uno scarabocchio particolare… La fantasia non ha limiti.

E’ importante aggiungere la data, se per noi è importante anche qualche parola, o frase, che arricchisca il disegno o che ci possa essere utile nel tempo per ricordare gli eventi della giornata cui la nostra produzione artistica è legata.

Giorno dopo giorno il nostro diario si arricchirà di immagini, ed eventualmente anche di parole ad esse legate.

Sarà bello nel tempo riguardarlo, usarlo per vedere come nel tempo abbiamo espresso le nostre emozioni, come i nostri disegni ci rappresentano.

Ciascuno, in base al proprio movimento psicoespressivo realizzerà il diario nel modo che più gli somiglia. Qualcuno userà solo la penna, disegnerà sul suo taccuino/diario in piedi nella metropolitana per impiegare il tempo e tirare fuori le emozioni della giornata. Qualcun’altro avrà bisogno di uno spazio e un tempo dedicati, vorrà usare colori, anche la scelta del tipo di colori può raccontarci qualcosa: colori pastosi, o delicati, chiari o scuri, etc.

A questo si può aggiungere tutte le informazioni che un disegno e una scrittura raccontano del loro autore, formeremo col nostro diario visivo un “Ritratto incosapevole” (M. Del Monte).

Un diario visivo è una produzione preziosa, sia nel momento in cui lo si realizza, sia nel tempo, un’attività che ha un’influenza positiva sul proprio benessere.

Buon diario visivo a tutti!

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: