Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Scopri chi sei e segui te stesso

La consapevolezza di sé stessi è la base favorevole al benessere mente-corpo.

Sono numerosi gli indicatori di chi veramente siamo che possiamo trarre dalla nostra quotidianità per approfondire la conoscenza di noi stessi.

E’ sempre difficile definirsi, anche perchè siamo creature in divenire, tuttavia le azioni che compiamo, le nostre scelte, ogni nostro comportamento ci rappresenta.

Conoscersi, scoprire chi siamo e seguire noi stessi, vivere in armonia col nostro movimento psicoespressivo è un’indubbia fonte di benessere generale.

Parto da un proverbio e vado contro corrente: l’abito pare proprio che faccia il monaco. Quel che indossiamo racconta sempre qualcosa di noi. Ciascuno sceglie la moda e l’abbigliamento che più lo rappresentano.

gli abiti che scegliamo parlano di noi

clicca sull’immagine per leggere di più su psicologia e moda

C’è chi segue più la moda e chi meno, anche questo è un aspetto che parla della persona.

Look studiati e impostati per persone che lo sono altrettanto

clicca sull’immagine per approfondire il tema abiti e personalità

Dunque già che quel che indossiamo al mattino prima di uscire parla di noi, ma non solo.

Usciamo di casa, camminiamo. Come camminiamo? Anche il nostro modo di camminare parla di noi. Camminare è uno schema motorio appreso in epoca molto precoce, che con l’andare del tempo assume delle sue connotazioni particolari specifiche a seconda della persona. Il temperamento, lo stato psico-fisico, le emozioni del momento giocano un ruolo fondamentale.

Ad esempio:

La tristezza fa chinare il capo, aver il passo lento, curvare la schiena. La persona avanza a fatica.

La rabbia fa pestare i piedi, fa andare veloci, fa avere una camminata “marziale”.

La gioia regala appagamento e leggerezza, rivelandosi in una camminata armoniosa, celere, ma certo non “bellicosa“.

La paura fa tentennare, inciampare sui propi passi, schivare qualunque cosa.

camminare e movimento psico-espressivo2

clicca sull’immagine per leggere di più su camminata e personalità

 

Anche i nostri gusti rivelano aspetti del nostro carattere.

Il tipo di musica che amiamo ascoltare, ad esempio, non è casuale, ma correlato al nostro modo di essere. Lo ha rivelato una serie di ricerche condotte da equipe universitarie: Gosling – Rentfrow 2006; Delsing 2008; Tekman 2008, Zweigenhaft 2007.

In questo tipo di ricerche vengono comparati i gusti musicali rilevati con i risultati ottenuti in test di personalità già esistenti e validi. Rivelando ad esempio l’apertura mentale degli amanti della musica classica o il bisogno di sensazioni forti di chi predilige l‘heavy metal.

listeningmusic

clicca sull’immagine per leggere di più su gusti musicali e personalità

Anche il nostro gusto estetico è stato rilevato essere un indicatore della personalità. Si tratta di una ricerca del 2009 dello psicologo T. Chamorro-Premuzic e il suo team. Correlando i gusti estetici relativi ad alcune opere d’arte con  i cinque grandi pilastri della personalità (estroversione, apertura all’esperienza, nevroticità, gradevolezza e scrupolosità). Sono emersi dati interessanti. Ad esempio i più timidi amerebbero l’impressionismo.

monet

clicca sull’immagine per leggere il post originale

Altra grande passione, almeno per me, sono i libri, ecco, anche i gusti letterari, tanto per cambiare, parlano di noi. Anche in questo caso esiste una ricerca universitaria che ce lo racconta. E’ emerso, ad esempio, che letture classiche e pagine culturali dei quotidiani siano indicatori di apertura mentale. Letture scientifiche mostrerebbero insieme all’apertura mentale anche scrupolosità.

libroterapia

clicca sull’immagine per approfondire il tema gusti letterari e personalità

Come già accennato, ogni scelta che compiamo, ma anche ogni nostra azione racconta qualcosa di noi.

Un gesto che molti di noi compiono quasi ogni giorno è scrivere, anche se ormai alcuni solo per pochi appunti veloci, come la lista della spesa, o un indirizzo da tenere a mente.

Scrivere, come molti altre nostre azioni, diviene nel tempo un automatismo che mette in gioco aspetti inconsapevoli. Vuole dire che scriviamo senza pensare ad ogni singola lettera che dobbiamo tracciare. Quel che ci guida nel modo in cui scriviamo sono il nostro temperamento e le nostre emozioni.

Lo stesso succede con il camminare.

Tuttavia lo scrivere ha dalla sua l’essere un comportamento che lascia una traccia che può essere analizzata: con la grafologia.

La tua scrittura potrà essere lenta o veloce, questo puoi capirlo sia dalla velocità con cui scrivi sia dalla cura con cui sono “disegnate” le lettere, movimento e forma sono i due aspetti fondamentali della grafia.

particolare di immagine da "grafologia e neuroscienze"

clicca sulla foto per approfondire il rapporto tra scrittura e personalità

Nel prossimo post approndirò proprio la scrittura e la personalità.

Intanto ti invito a scegliere due dei comportamenti elencati e a trovare un paio di aggettivi per ciascuno. Ad es. Hai una camminata lenta? Dinoccolata? Veloce? La tua scrittura come ti sembra? Ampia, rigida, morbida, calma? Potresti scoprire che i due indicatori raccontano gli stessi aspetti di te, oppure evidenziano delle caratteristiche differenti appartenenti alla tua personalità. E’ in ogni caso un modo per fermarsi e riflettere su stessi. Un’azione sempre positiva.

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 luglio 2016 da in Stili di vita con tag .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.487 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: