Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Il significato della grafia

Quando andavo alle scuole superiori ho iniziato ad avere un’attrazione particolare per la scrittura, o meglio per le scritture. Mi piaceva osservare le grafie di persone che non conoscevo, quando ne avevo l’occasione e mi piaceva tentare di indovinare se appartenessero a maschi o femmine.

Anni dopo, quando finalmente sono riuscita a studiare grafologia ho scoperto che non si può definire con certezza il sesso delle scrivente, è in effetti una delle informazioni che si richiedono per effettuare un’analisi.

Quello che una scrittura dice riguarda caratteristiche della personalità che sono state nel tempo catalogate come femminili o maschili. Una donna può avere aspetti caratteriali maschili così come un uomo può avere componenti femminili. La psiche è fatta di maschile e femminile a prescindere dal sesso della persona.

Quando ci mettiamo davanti ad un foglio scritto a mano quello che abbiamo davanti è un “ritratto inconsapevole” (Maura Del Monte). Ciascuno di noi infatti rappresenta se stesso nella sua scrittura.

Una delle prime cose che possiamo notare è la pagina nel suo insieme

clicca sull’immagine per leggere di più sulla messa in pagina

Possiamo notare se c’è ordine, disordine, se è asfissiante o se ci “lascia respirare”. Ricordando sempre che com’è la scrittura così è la persona.

Anche i margini, ossia lo spazio che intercorre tra il bordo del foglio e la scrittura, sono importanti. Ci saranno scritture che si attaccano strette, strette al margine, quasi col timore di separarsi dal loro punto di origine, e scritture che se ne disconstano con ampio margine, altre che vanno altalenanti. Anche in questo caso come va la scrittura così fa la persona.

Una caratteristica che si può notare anche se non si è “addetti ai lavori” è la grandezza delle lettere. Quello che nella grafologia morettiana viene chiamato il “calibro” della scrittura.

Ci sono grafie molto grandi, mi ricordo che quando ero alle scuole medie c’era qualcuno di noi che con due parole riempiva la riga della colonna del foglio protocollo, ci dicevamo che così i temi però sembravano più lunghi :o) chiaramente e fortunatamente i parametri della prof erano altri.

Cosa dice la grandezza delle lettere? Faccio un paragone con gli occhi, con lo sguardo.

Fai questa prova: spalancai gli occhi più possibile, qual’è la sensazione?
A me viene quasi di spalancare anche la bocca come chi si meraviglia degli aspetti immediatamente evidenti della vita, quelli più “brillanti” e visibili.

Ora invece strizza gli occhi come fanno i miopi.
Che sensazione provi?
A me fa sentire come una che vuole andare a scovare qualcosa di nascosto, di poco visibile.

Più o meno questo ti rende l’idea di quali caratteristiche associare a chi scrive molto grande, che va un po’ come chi spalanca molto lo sguardo, o quali aspetti corrispondano a chi scrive piccolo, che possiamo paragonare a chi strizza gli occhi.

particolare di immagine da "Grafologia e Neuroscienze"

clicca per leggere di più sul significato del calibro

Altra caratteristica riguarda la maggiore o minore angolosità delle lettere.

Le lettere possono essere tracciate in maniera più tondeggiante o in modo più angoloso.

Basta rapportare queste caratteristiche alle persone per rendersi conto del segnificato del segno grafico: quante volte ci viene da pensare che una certa persona è morbida e un’altra spigolosa?

Questo aspetto si vede nella scrittura.

Ovviamente così com’è raro incontrare persone estremamente spigolose o estremamente morbide e malleabili, così anche i segni grafici appariranno nelle scritture in grado differente, inoltre il significato completo di un segno dipende dal suo rapporto con tutti gli altri, così come ogni singola caratteristica in una persona assume un significato nella completezza delle sue caratteristiche.

esemplificazione di grafia angolosa

per leggere di più su curva e angolosa clicca la foto

E’ stata una breve e certamente non esaustiva panoramica per stuzzicare la curiosità circa il fascino della grafologia.

La mia grafologia - copertina

clicca sull’immagine per avere più info

Segnalo a chi vuole avvicinarsi a questa disciplina un testo di Stefania De Matola grafologa autrice di testi sulla grafologia.

Si tratta di un manuale pratico di grafologia di base di Scuola francese. Quest’ultima annotazione è proprio da addetti ai lavori ma la spiego: esistono più scuole di grafologia che si sono evolute nel tempo. In ogni caso a prescindere dal fatto che in una scuola un segno potrà avere un certo nome tecnico e in un’altra scuola sarà usato un termine diverso, resta che da una scrittura si arriva alla personalità dello scrivente.

Ora ti invito a prendere un foglio bianco, senza righe e senza quadretti, a sederti comodo alla scrivania, prendere una biro e scrivere una decina di righe come se fosse una lettera ad un caro amico. Poi osservati. Osservati nella tua scrittura. Alla luce di quanto letto nel post, o meglio, se lo avrai letto, di quanto detto da Stefania  De Matola nel suo libro.

Che effetto ti fa specchiarti nel tuo “ritratto inconsapevole”?

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

4 commenti su “Il significato della grafia

  1. alebravi
    3 agosto 2016

    Che bello questo articolo! Mi fa pensare anche a quanto cambia la grafia nel corso della vita, nelle diverse situazioni che affrontiamo. Diamo tanta attenzione alla lingua parlata o scritta, e ci dimentichiamo di tutte le forme “non verbali” di comunicare chi siamo.

    Mi piace

  2. Nick Murdaca
    3 agosto 2016

    Un articolo che merita un’adozione! 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 agosto 2016 da in Stili di vita.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.476 follower

privacy policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: