Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

3 buoni motivi per accettare un incarico in radio

Quando si lascia fluire l’energia arriva anche l’inaspettato.

E’ quanto mi è capitato di recente.

Non avrei mai pensato di lavorare per un programma radio. Invece me lo hanno proposto. D’improvviso, un pomeriggio.

Per prima cosa mi è salita la strizza. Perché sono notoriamente animale da tastiera e non da microfono.

Per seconda cosa l’impatto della sopresa mi ha aiutata a non essere sopraffatta dalla paura di qualcosa che non mi ero andata a cercare e che mi spaventava. Pur provando ansia da prestazione come se non ci fosse un domani, prevaleva in me la sorpresa.

Sorpresa, piacevolmente, che qualcuno avesse pensato a me per questo progetto.

Sopresa che mi ritenesse in grado.

Ebbene: sorpresa ha battuto paura 3 a 0.

Così mi sono arrivati i 3 buoni motivi per fare un programma ad una web radio

1. Sperimentarsi

Fare qualcosa di nuovo è sempre uno stimolo a superare i propri limiti e capire che sono in grado di fare anche questo.

2. Usare un canale diverso per comunicare

Fino ad ora il mio canale preferito  per comunicare è stato il web ma il web da scrivere e leggere. Adesso sto conoscendo di più il web da ascoltare e devo dire che non lo trovo niente male. Chissà che il web non sia davvero il futuro delle comunicazioni radio!

3. Essere una yes-woman per vedere dove mi avrebbe portata questa esperienza

Avete il film Yes man con Jim Carrey?

Un altro motivo per dire sì è appunto voler dire sì a un’opportunità della vita anziché dire no.

Confesso di essermi detta semplicemente: se nella vita ti offrono di fare una trasmissione radio bisogna che tu dica di sì!

Così armata di questi 3 motivi è partita una nuova, entusiasmante avventura.

Il programma di cui sono co-autrice e co-conduttrice insieme a Mario Christos Marcello, (Presidente fondatore e Direttore Artistico della “START – promoting entertainment“) è:

Sensi e controsensi

La cosa fantastica per tutti quelli che se lo sono perduto sta nella possibilità di ascoltarlo in podcast ^_^

ASCOLTA LA PRIMA PUNTATA

Nella prima puntata abbiamo parlato di olfatto. La prossima volta invece si parlerà di pelle e tatto. Stay tuned! ;o)

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 novembre 2016 da in Fare per essere con tag .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: