Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

3 modi per superare l’ansia

Un certo malessere.

Qualcosa che ha a che fare con lo stato fisico.

Il respiro magari un po’ affannoso, una minore lucidità nel pensiero, certe preoccupazioni che ci appaiono più grandi del solito.

Dormire poco, avere fame di più o molto meno del solito.

Fino al giramento di testa.

STATO D’ANSIA.

Cosa fare?

La crisi d’ansia fa stare davvero molto male, un malessere totale, un’esperienza che sa essere davvero brutta, qualche suggerimento per abbassare il livello di agitazione:

1.
FAI I CONTI

Distrarre la mente sui numeri può aiutarci, contare alla rovescia lentamente scandendo bene i numeri.
Oppure, possiamo ripetere serie di numeri, come le tabelline, ovviamente dipende da quanta dimestichezza abbiamo con i numeri e quanto per noi agevole farlo.
Se i numeri ci piacciono, ci sono familiari e ci riescono bene, questo può essere un modo per distrarre la nostra mente in momenti in cui rischia di iper-agitarsi.

2.
DÌ LA POESIA

Chi ha poca simpatia per i numeri può distrarre la sua mente anche con le parole. L’importante è che sia qualcosa di appreso a memoria che possiamo ripetere con una modesta concentrazione, quanto basta per distrarsi dall’agitazione. Possiamo usare una poesia, una filastrocca,  chi è molto credente può recitare una preghiera: qualcosa di noto, che si ripete e che rassicura.

3.
RESPIRAZIONE

Last but not least, il respiro.

Inspira contando inizialmente fino a 3 e poi fino a 5.

Espira sempre contando, dapprima fino a 3 e quando ce la fai fino a 5.

Chi è un po’ più esperto saprà concentrarsi per prima cosa sulla respirazione, contando pochi secondi di ispirazione e poi contando anche l’espirazione, per ritrovare una respirazione calma. Tuttavia, le prime volte può essere difficile andare ad incidere subito sul respirare quando siamo presi dall’agitazione e addirittura da un senso di soffocamento, per questo distrarsi con la mente può in maniera indiretta alleviare l’affanno e aiutarci a ristabilire una respirazione più calma.

Dunque, in momenti di intensa ansia, distrai la mente ripetendo come un mantra qualcosa che sai a memoria, che sia un fatto numerico o una poesia/filastrocca/preghiera va bene comunque. Questo calmerà a poco, a poco anche la respirazione, sulla quale però possiamo allenarci ad intervenire contando mentalmente fino a 3 o fino a 5 mentre inspiriamo e mentre espiriamo.

modi-superare-ansia

 

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 marzo 2017 da in Fare per essere con tag , .

RSS Tiziana Capocaccia

  • Lettura fiabe: oltre il significato letterale
    Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il... L'articolo Lettura fiabe: oltre il significato letterale proviene da Tiziana Capocaccia.

I miei libri

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.540 follower

privacy policy

Cinque favole per regalare la magia del Natale

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: