Movimento Psicoespressivo

Un blog per capire se stessi e vivere felici

Un modo speciale di comunicare

unicorni 1

C’era un volta un paese lontano
tra le nuvole più alto del più alto altipiano
Un paese fantasticamente abitato
da ogni magico unicorno tre volte colorato.
Ogni unicorno di questo paese
aveva il corpo di un colore
coda e criniera di un altro colore
e il corno d’un colore diverso ancora
Uno spasso per la vista, una festa colorata
tutti così gli unicorni di Tricolore,
tutti tranne uno, che era speciale:
bianco il corpo, coda e criniera arcobaleno
e il corno di cristallo trasparente come il vetro.
La caratteristica però più peculiare
era che Arcobaleno non sapeva parlare.
Non riusciva a dire e neppure a capire
restava in silenzio, scontento, impaurito
non è facile non essere mai capito.
Ogni unicorco di tricolore aveva provato ad aiutare Arcobaleno
l’unicorno pasticcere con un bel pasticcino
con la frutta l’unicorno condatino,
può essere che non avesse fame in quel momento
Arcobaleno non era quasi mai contento
Si rattristava, ri ritirava in disparte
Fino al giorno della grande idea
dell’unicorno bravo nell’arte
Voleva portare Arcobaleno a giocare
insieme agli altri unicorni di Tricolore
così gli venne in mente e disegnò
poi prese una palla come quella del disegno e la lanciò
poi disegnò ancora e ancora
il prato,
gli altri amici unicorni
e mostro i disegni
Arcobaleno osservò come sempre in silenzio
Al cenno del suo amico lo seguì senza lamento
Che avesse capito quel che c’era da fare?
Che fosse quello dei disegni il suo linguaggio particolare?
Fatto sta che da quel giorno
L’unicorno artista fece tanti disegni
tanti da formare dei quaderni
uno per il cibo, uno per il gioco e molti altri ancora
ora Arcobaleno coi disegni poteva
capire e chiedere ciò che voleva.
In quel paese lontano
tra le nuvole più alto del più alto altipiano
in quel paese fantasticamente abitato
da ogni magico unicorno tre volte colorato
e da Arcobaleno, col suo modo speciale
di capire e di comunicare.

© Tiziana Capocaccia


Oggi è la giornata mondiale dell’autismo.
La comunicazione alternativa attraverso le immagini è spesso un grande aiuto per la comunicazione con le persone autistiche, a volte l’unico mezzo di comunicazione possibile.

Capire la differenza è un valore.

unicorni 2

Annunci

Informazioni su Tiziana Capocaccia

Ogni azione, ogni singolo gesto racconta chi siamo, è parte del nostro movimento psico-espressivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 aprile 2017 da in Puericultura con tag , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.478 follower

privacy policy

Ascolta i miei podcast:

sensi e controsensi su startradio.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: